Loading...

Idee per microavventure: riscoprire la casa in un modo nuovo

Guarda la tua casa da una nuova prospettiva. Le avventure brevi e semplici, chiamate microavventure, sono l'ideale per questo. Le nostre idee di microavventura ti aiutano a fuggire dalla vita quotidiana, a esplorare nuovi luoghi e a vivere momenti indimenticabili.

Foto di Nomady

Che cos'è una microavventura?

Nel 2014, l'avventuriero britannico Alastair Humphrey ha pubblicato un libro intitolato "Microadventure" e ha invitato la popolazione a intraprendere più piccole avventure proprio fuori dalla porta di casa. Nel corso degli anni il termine è diventato più noto.

Ma cosa si intende per microavventura? Alastair la usa per riferirsi alle avventure all'aria aperta, con le parole "brevi, semplici, locali, ma emozionanti, divertenti, stimolanti e rinfrescanti". Cosa significhi e come lo si voglia applicare dipende da ogni persona. In generale, però, si tratta di abbandonare l'ambiente abituale e di allontanarsi da tutto con semplici escursioni nella zona locale. Vorremmo offrirti qualche spunto per vivere la tua microavventura personale.

Foto di Nomady

Ci sono delle regole?

Ognuno può definire autonomamente la struttura delle proprie microavventure. Come guida per la tua prossima microavventura, abbiamo stabilito le seguenti tre regole:

Non lasciare tracce

Lascia tutto come l'hai trovato. Soprattutto quando si cucina e si mangia all'aperto, è importante non lasciare nulla.

Includere un pernottamento

Una microavventura con pernottamento porta direttamente a un'esperienza per tutti i sensi. Porta con te solo lo stretto necessario, in modo da sentirti a tuo agio e da mantenere la sensazione di avventura.

Da 12 a 48 ore

Non stare fuori per troppo poco tempo o troppo a lungo. In questo modo la microavventura rimane prevedibile ed emozionante.

Foto di Nomady

Ulteriori regole, come il divieto di utilizzare un veicolo privato a motore, una tenda o il telefono cellulare, possono rendere il tuo tempo all'aperto ancora più intenso. Pensa bene a ciò che è importante per te e attieniti ad esso sia nella pianificazione che nella realizzazione.

Campi Nomady adatti

Loading...Loading...Loading...Loading...
Foto di Nomady

Per aiutarti a intraprendere la tua prima microavventura e per assicurarti di trascorrere davvero la notte in questo luogo, è consigliabile prenotare un posto letto ufficiale. La maggior parte dei campi nomadi si trova in luoghi selvaggi e appartati nella natura e offre l'ambiente perfetto per la tua avventurosa microavventura.

Foto di Nomady

Idee per la tua prossima microavventura

Alcuni membri del team Nomady sono stati in giro e condividono le loro esperienze, che possono darti l'ispirazione per la tua prossima microavventura.

Il tempo libero di Lisa e Karin

Foto di Nomady

Avevamo in programma una classica microavventura dal 5 al 9, il che significa che abbiamo lasciato l'ufficio di Einsiedeln il lunedì dopo il lavoro e siamo tornati in ufficio il martedì mattina. Ma abbiamo trascorso le ore intermedie in modo diverso dal solito. Abbiamo fatto qualche ricerca e abbiamo trovato un sito per il barbecue nelle vicinanze che disponeva anche di una toilette. Dopo tutto, un po' di lusso è concesso. Abbiamo preso l'autobus nella direzione giusta e poi abbiamo camminato fino al "nostro" sito per il barbecue. A parte la splendida posizione ai margini della foresta, il nostro punto forte è stato sicuramente la piattaforma coperta come posto per dormire, perché non abbiamo deliberatamente messo in valigia una tenda. Abbiamo trascorso la serata intorno al fuoco, mangiando, bevendo, spettegolando e ridendo. Soddisfatti, ci siamo infilati nei nostri accoglienti sacchi a pelo dopo il tramonto.

Ci siamo svegliati prima delle 6 del mattino e ci siamo diretti verso la nostra meta, il Chline Aubrig. Dopo quasi due ore, abbiamo fatto colazione con pane e acqua sulla cima. Un po' a corto di tempo, siamo tornati indietro per la stessa strada, abbiamo avuto giusto il tempo di prendere un caffè da asporto alla panetteria e abbiamo preso l'autobus per tornare in ufficio. Soddisfatti e con un bel ricordo nella mente, abbiamo iniziato la giornata lavorativa.

La scoperta del topo di biblioteca di Paolo

Foto di Nomady

Un pomeriggio libero, un'avventura in treno verso Walchwil e il mio tanto atteso libro nel bagaglio: il mix perfetto per lasciarmi alle spalle il tran tran quotidiano. Ma questo appuntamento letterario doveva essere qualcosa di speciale. Stavo cercando un rifugio, una gemma nascosta in mezzo alla natura dove poter leggere il libro indisturbata. È stato allora che il mio cammino mi ha portato all'Hirschenhof, sopra il lago di Zugo. Lì mi aspettava un paradiso segreto per la lettura, che incantava tutti i sensi. Non lontano dal mio accogliente alloggio per la notte, l'affascinante roulotte "Sternschnüppli", ho trovato questo idilliaco laghetto. Scivolando dolcemente su una piccola barca a remi, la storia mi ha trasportato in mondi lontani e mi ha regalato momenti di completo relax.

L'escursione di Oliver verso casa

Foto di Nomady

Per uscire dalla routine quotidiana, ho deciso di combinare sforzo fisico e natura affascinante e sono partito per un'escursione di due giorni. Venerdì mattina ho preso il treno da Einsiedeln a Braunwald, nel Canton Glarona, da dove sono tornato a Studen, nel Canton Svitto. Un totale di 34 chilometri e 2000 metri di altitudine, attraverso l'affascinante ed enorme area carsica delle Silberen e il Passo di Saas. Durante il percorso ho incontrato tre aquile reali, due camosci e molte marmotte. C'è stata una breve pausa a 1900 m.s.l.m. quando è arrivato un temporale. Fortunatamente ho trovato un riparo, ma il primo giorno è stato lungo e piuttosto duro. Ho lasciato la stazione alle 10 del mattino e solo alle 19:30 ho potuto accamparmi sul terreno di un agricoltore alpino, con il quale ho avuto un'interessante conversazione in precedenza. Di conseguenza, dopo cena mi sono rilassato nella tenda leggendo delle avventure nella lontana Alaska.

Foto di Nomady

Il giorno successivo mi aspettava un'altra dura scalata, che ho ricompensato con una fresca nuotata nel lago di montagna prima di ridiscendere e arrivare a Studen. Col senno di poi, posso dire che intraprendere queste imprese da soli porta a vivere esperienze particolarmente intense. Nel mio caso, l'ho notato soprattutto quando è passato il grande temporale.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato sui nuovi camps e per trovare l'ispirazione per i tuoi prossimi viaggi.
Ottieni l'App Nomady!
Trova il tuo posto nella natura, dove i ricordi crescono e i cuori si toccano. Insieme, diamo forma al futuro del turismo: Semplice, autentico, avventuroso e rispettoso della natura e della cultura.
Condizioni generali di contratto   |   Condizioni per i buoni regalo   |   Condizioni di partecipazione   |   Avviso legale   |   Protezione dei dati   |      |   Il patto di Nomady   |   Commissioni